Benvenuti nel mio piccolo paese: girate
tranquillamente per le vie, entrate nei suoi negozi, assaggiate i suoi prodotti,
sarete accolti con gentilezza e cordialità

giovedì 29 luglio 2010

Torta gelato ai lamponi

ho preparato codesta torta per il compleanno di Luca il mio secondogenito che il 27 luglio è arrivato all magica età di 16 anni

pasta biscotto in teglia da 24 cm oppure in rettangolo di 40x30

30 g di farina e 30 g maizena
8 cucchiai di zucchero
1/2 limone
3 uova

separiamo le chiare dai torli e montiamo prima le chiare nel ken, mettiamo da parte (sono schizzinose), poi montiamo i torli con 6 cucchiai di zucchero e la scorza del limone (possiamo rivestire di carta forno la grattugia così rimane pulita e si toglie tutta la buccia senza spreco thumbup)
uniamo le due farine setacciate insieme (io 3 volte voi... come volete floet) poi un cucchiaio di chiare montate per diluire e poi il resto
foderiamo una teglia con carta forno e versiamo l'impasto. mettiamo in forno caldo a 180°C per 10 minuti

mezzo chilo di gelato fiordilatte o panna

4uova
150 g di zucchero
1/2 litro di latte
1 stecca di vaniglia
150 g di panna fresca


sbattete a lungo i torli con lo zucchero, scaldate il latte con la vaniglia e appena arriva al bollore, spegnete
togliete la vaniglia e continuando a montare mettete a filo sulle uova.
fate raffreddare e intanto montate la panna
quando il composto è a temperatura ambiente incorporate la panna
adesso mettete nella gelatiera e seguite le istruzioni

1 kg gelato ai lamponi

partite dalla ricetta sopra eliminate la vaniglia, usate 750 cc di latte e fatelo bollire con 500 g di lamponi anche surgelati
schiacciateli in parte e poi operate come sopra

gelatina ai lamponi

100 g di lamponi frullati
150 g acqua
3 fogli di gelatina
si mettono i fogli ad ammollare in poca a cqua e poi si strizzano
si mescola il succo di lampone con l'acqua e se ne prende una picola aprte
si mette in un pentolino con i fogli strizzati e si fa scaldare fino a che la gelatina non sia perfettamente sciolta
poi si unisce al resto del succo e si fa raffreddare
appena comincia a tirare si mette sulla torta

sciroppo di zucchero

adesso che abbiamo tutto assembliamo la torta

mettiamo un fondo di biscotto in una tortiera apribile

tagliamo altri pezzi in strisce dell'altezza della tortiera e fasciamo il bordo

bagniamo con sciroppo di zucchero fondo e lati

stendiamo prima il gelato al lampone e livelliamo bene e poi il gelato alla panna

mettiamo in freezer coperto con alluminio a rassodare



 

    

prepariamo la gelatina e lasciamola tirare, poi unamola alla torta e di nuovo in freezer

io ho decorato con lamponi freschi e foglie e riccioli di isomalto tirato (una faticaaaaaaaaaaa)

ecco il festeggiato con gli amici
 

giovedì 15 luglio 2010

Gelato anche senza la gelatiera

spesso sento persone che si dispiacciono di non poter fare gelati in casa perché non possiedono la gelatiera
girando in internet si trovano ormai tante ricette di gelati fatti senza questo elettrodomestico e anche nei forum del bimby ci sono molte ricette
Però poiché il mio blog è un raccoglitore fedele di tutto quello che conosco e che esperimento, non poteva mancare anche qui la ricetta del gelato senza gelatiera
Premetto che il web non c'entra nulla
Mamma faceva questo gelato per noi bambine (cioè ... io ero già signorinella) già dalla fine degli anni '80 del secolo scorso (miiiiiiiiii come fa strano scrivere così ^_^ ) soprattutto alla frutta, ricordo gelati fantastici alla pesca, all'albicocca, alla fragola, al melone ma anche alla nocciola, che adoro, alla vaniglia e il sempre verde fiordilatte
Per fare il gelato senza gelatiera occorre avere preparato il composto per il gelato seguendo la ricetta preferita. Però viene meglio con le ricette che prevedono la cottura della crema, quindi niente ingredienti a freddo ma partendo dalla crema inglese e poi un normale robot da cucina tipo bravo simac per intenderci (ma esiste ancora? perché negli anni '80 era un must)

vediamo se mi ricordo come si fa:

una volta preparata la miscela per il gelato, la metto in vaschette per il ghiaccio che mi premuro di sigillare bene perchè non si formino dei cristalli di ghiaccio sopra. meglio ancora versarla in quei sacchetti a palline per fare i "cubetti" (che poi sono palline) di ghiaccio. così si è sicuri che c'è solo crema e basta
gelato annamir.jpg
metto tutto in freezer e magari il giorno dopo, oppure se l'ho fatto al mattino, al pomeriggio, tiro fuori quello che mi serve perchè poi non si può ricongelare e lo metto nel robot da cucina con le pale di acciaio. per esempio per due persone che vogliono "mangiare" del gelato e non assaggiarlo, io uso un sacchettino.
quindi, taglio con le forbici  il sacchetto ad ogni riga e schiaccio dentro la coppa le palline, poi se l'elettrodomestico ha il tasto pulse, comincio ad azionarlo, altrimenti avvio e mi fermo ogni 10 15 secondi. man mano che le pale girano rompono la preparazione ghiacciata e la velocita monta il composto. con la pratica si può arrivare a capire quando fermarsi. indicativamente una decina di pulse dovrebbero dare la forma del gelato. fare la prova prendendone un po' col cucchiaino e assaggiandolo.
ecco il gelato
gelato annamir 2 13-07-2008 13.27.05.jpg

giovedì 8 luglio 2010

Albicocche marinate in pastella

ingredienti per 4
250 g farina 00
50 g zucchero semolato
2 uova
150 cc di birra rossa
10 albicocche
zucchero al velo
olio di oliva o di arachidi per friggere

per la marinata
100 cc di acqua
70 g zucchero
la scorza di 1 arancia e di 1 limone non trattati
1 stecca di cannella

calorie 480 a porzione

la sera prima prepariamo la marinata: facciamo bollire acqua e zucchero, agrumi e cannella 5 minuti a fuoco basso
quando è tiepido immergiamoci le albicocche lavate e tagliate a metà (denocciolate) lasciandole a marinare per una notte

sempre la sera prima facciamo la pastella: farina in ciotola, zucchero e uova, cominciamo a mescolare colla frusta, unendo a filo la birra e aumentando la velocità della frusta in modo da fare uan cremina omogenea
passare in frigo


scolare bene le albicocche e tamponarle con carta da cucina poi passarle nella pastella e friggerle in abbondante olio caldo fino a farle diventare dorate





cospargere le albicocche di zucchero al velo mano a mano che sono pronte e servirle con una pallina di gelato alla vaniglia e con un malvasia di schierano    








sabato 3 luglio 2010

Sorbetto alla pesca

 
ingredienti per 4
 
5 pesche (di cui una per decorare)
180 g di zucchero
150 cl d i acqua
20 g di sciroppo di glucosio
1 albume (di uovo entro il nono giorno dalla deposizione)
portare ad ebollizione l'acqua e lo zucchero e far bollire per 15 minuti per addensare
tagliare le pesche sbucciate a pezzi in modo da arrivare a circa 350 g di polpa e poi frullarle
versare le pesche nello sciroppo insieme al glucosio e riportare a bollore rimescolando, poi spegnere e travasare in una ciotola fare raffreddare
 

quando il composto è freddo metterlo nella gelatiera e seguire le istruzioni

quando è già un po addensato unire la chiara montata a neve

 

 
servire in coppa guarnendo con la pesca rimasta tagliata a fettine


 

giovedì 1 luglio 2010

Parfait ai pistacchi con salsa al cioccolato

ingredienti per 8

100 ml di latte fresco intero
100 g zucchero semolato
4 torli
300 ml di panna da montare
150 g pistacchi di bronte sgusciati

per la salsa:
100 g di cioccolato fondente al 75% di cacao
50 ml di panna fresca

calorie a porzione 380


sbattere colle fruste le uova con lo zucchero in una ciotola capiente
far bollire il latte e versatelo poco alla volta nel composto di uova e zucchero, mescolando col cucchiaio di legno
trasferite tutto nella casseruola unite i pistacchi tritati fini fini e portate a bollore sempre mescolando


togliete dal fuoco coprite colla pellicola, mettete in una ciotola con acqua e ghiaccio e quando è freddo in frigo
intanto montate la panna unitela poi al composto freddo mescolando delicatamente per non smontare nulla


 versate il composto in otto stampini semisferici o in altri a vostro piacere e ponete in freezer per almeno 4 ore
mezz'ora prima di servire trasferiteli in frigorifero

un attimo prima preparate la salsa: sciogliete il cioccolato spezzettato nel m icroonde per 2 minuti e mescolatelo alla panna
sformate i parfait nel piattino e servite con un cucchiaio di salsa e con un moscato passito